Conservativa e Endodonzia - Dentista Ostia

CONSERVATIVA
L'odontoiatria conservativa è una branca della odontoiatria restaurativa che si occupa della cura dei denti cariati , delle procedure per l'eliminazione della carie e di quelle relative alla chiusura delle cavità risultanti dall'eliminazione dello smalto e della dentina cariata, tramite l'utilizzo di appositi materiali. E' basata sul concetto di minima invasività, con la rimozione del solo tessuto cariato e la sua sostituzione con un materiale da restauro, che viene legato direttamente al tessuto sano. L'isolamento del campo operatorio viene effettuato tramite la diga di gomma, uno strumento indispensabile, soprattutto se si utilizzano tecniche adesive che tollerano ben poco la presenza della saliva.
 
Prima
Dopo
Vediamo la sostituzione di una otturazione in amalgama con un intarsio in composito.
 
Prima
Sopra vediamo due cavità da ricostruire con intarsi in composito

Il posizionamento della diga di gomma
Dopo
Il risultato finale
 
ENDODONZIA
Consiste nelle cosiddette devitalizzazioni.
La polpa dentaria, contenuta all'interno del dente, comunemente indicata con il termine di "nervo del dente", è in realtà un tessuto connettivo altamente specializzato,
contenente arterie, vene, terminazioni nervose e cellule connettivali. In seguito ad una carie profonda e relativa contaminazione batterica,oppure in seguito ad un trauma, la polpa va incontro ad infiammazione ed infezione: è il quadro, clinicamente spesso doloroso, della pulpite.
L'infiammazione acuta o cronica (ovvero più o meno rapida nella sua evoluzione) si può propagare al di fuori dell'apice della radice dentaria e diffondersi all'osso alveolare circostante provocando lesioni definite come ascesso o granuloma e visibili in radiografia come un'area scura (rarefazione ossea) intorno all'apice della radice . In questi casi l'indicazione ad un trattamento endodontico è assoluta, essendo l'unica alternativa all'estrazione dell'elemento dentario in questione. Un'altra indicazione al trattamento endodontico è il rifacimento di una precedente cura endodontica mal eseguita o fallita:
Ritrattamento endodontico.
Il trattamento endodontico consiste nella rimozione del tessuto pulpare sia a livello della corona sia a livello delle radici e nella sostituzione del tessuto rimosso con un'otturazione permanente in guttaperca e cemento canalare, previa adeguata sagomatura dei canali radicolari .
 
Prima
Dopo
Prima
Dopo
 
Sopra -grossa rarefazione apicale (cisti) trattata endodonticamente senza chirurgia?
 
Prima
Dopo
Granuloma apicale prima e dopo ritrattamento endodontico del premolare e ritrattamento del molare
 
Prima
Dopo
 
 
Sopra e sotto ricostruzioni in composito dopo terapia endodontica
 
Prima
Dopo
  
Casi clinici del Dr. Claudio Pisacane

Torna alla lista        Stampa